Marina Cafè Noir, il gran ritorno

Lo aspettavamo tutti, vero? Il Marina Café Noir è pronto a fare il suo ritorno a Cagliari per la sua ventunesima edizione, che si terrà dal 12 al 14 ottobre.

Questo festival letterario, il più longevo della Sardegna, farà il suo grande ritorno nel Giardino sotto le Mura di Viale Regina Elena.

Tra gli ospiti ci saranno autori, autrici, musicisti e performer sia italiani che internazionali, tra cui Cristina Cassar Scalia, Eduardo Kohn, Katerina Poladjan, Fabio Geda, Guido Catalano, Enrico Brizzi, Annabel Streets, Paola Soriga, Alessio Torino, e persino i Casino Royale, oltre ad altri talenti. Prima del festival vero e proprio, l’Accademia Popolare offrirà brevi lezioni informali tenute da docenti e ricercatori dell’Università di Cagliari nei giorni 2, 3 e 4 ottobre, promuovendo la condivisione del sapere.

Quest’anno, il festival ha scelto il titolo “Officine di Libertà”: unire il concetto di libertà in tutte le sue sfaccettature con quello di officina, richiamando le radici latine di “operaio” e “artigiano”, sottolineando l’approccio umile e costante con cui il festival è stato concepito.

Il Marina Café Noir rimane un festival con una forte prospettiva internazionale, ospitando scrittori e scrittrici di fama europea e mondiale. Eduardo Kohn, un antropologo canadese con origini ecuadoriane, sarà tra gli ospiti per discutere il suo lavoro rivoluzionario sull’Amazzonia. Katerina Poladjan, scrittrice russa di lingua tedesca, presenterà il suo nuovo libro “La musica del futuro”, mentre Annabel Streets offrirà un percorso tra scienza ed esperienza personale nel suo saggio “Sul camminare”.

Non si trascura la narrativa italiana, con autori come Cristina Cassar Scalia, Fabio Geda, Alessio Torino, Guido Catalano ed Enrico Brizzi. Sarà anche l’occasione per discutere temi importanti come il femminismo, le seconde generazioni, la classe e i temi di genere, in un panel coordinato da Paola Soriga.

Il Marina Café Noir è anche musica di qualità, con concerti serali e momenti aperti al pubblico. La festa di chiusura vedrà i Casino Royale, un’iconica band italiana con influenze rock, soul, reggae, hip hop, dub e funk.

Questo festival è anche una celebrazione delle performance artistiche, con letture e omaggi a Michela Murgia, Italo Calvino, Grace Paley e altri, garantendo che il Marina Café Noir continui a esplorare nuovi mondi e nuovi modi di vivere attraverso la letteratura, le storie e l’arte, rimanendo sempre sensibile alle sfide dei nostri tempi.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On Key

Articoli correlati

×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Possiamo aiutarti?